Pordenone Calcio: i ramarri cercano il colpaccio nella tana dlla capolista granata

04.01.2021 09:37 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: i ramarri cercano il colpaccio nella tana dlla capolista granata

I ramarri hanno preparato la trasferta a Salerno accompagnati dalla grande soddisfazione per aver spezzato nell’ultima partita del 2020 l’incantesimo che impediva loro di vincere al Teghil.

“Il successo sulla Reggiana (3-0 con i gol di Diaw, Zammarini e Ciurria, ndr) – ammette Attilio Tesser – ha aumentato ulteriormente l’autostima di tutto il gruppo e ha auspicabilmente spazzato via ogni condizionamento psicologico negativo che accompagnava le gare interne. La Reggiana però – ritorna al presente il komandante – è alle spalle. Ora tutta la nostra attenzione deve essere concentrata sulla Salernitana capolista dai valori tecnici molto importanti”.

I numeri non sono favorevoli a Tesser se sono limitati agli scontri con Castori, tecnico degli amaranto e alle gare sia da calciatore che da tecnico a Salerno dove il komandante non ha mai vinto. Non solo: la scorsa stagione il suo Pordenone rivelazione della stagione 2019-20 subì a Salerno un pesante 0-4. Non ci fa molto caso l’Attilio che, come al solito, guarda solo al presente.

“Quello che è successo prima di oggi – conferma infatti – non conta. Conta solamente la partita che ci aspetta contro la capolista che all’Arechi sa sfruttare al meglio tutto il suo potenziale e dove i granata sanno interpretare al meglio quella cattiveria agonistica dogma fondamentale del credo calcistico di Castori”.

In casa la Salernitana ha incassato 20 dei 31 punti sin qui conquistati.

“Noi dovremo giocare – continua il komandante – con altrettanta cattiveria calcistica restando ben compatti e facendoci accompagnare in campo da una positiva fiducia nei nostri mezzi”.

L’obbligo di giocare in pratica ogni tre o quattro giorni costringe Tesser a valutare di volta in volta le condizioni degli uomini a sua disposizione. Per la sfida all’Arechi dovrebbe affidarsi a Perisan come guardiano della rete neroverde con Vogliacco (o Berra), Camporese, Barison (o Bassoli) e Falasco in difesa, Zammarini, Calò, Scavone (o Rossetti) a centrocampo con Mallamo trequartista alle spalle della riconfermatissima coppia d’attacco formata da Diaw e Ciurria.

Dopo la lunga trasferta a Salerno il campionato di serie B andrà finalmente in pausa. Si tratterà di una mini pausa. Riprenderà infatti già il 15 gennaio. I ramarri torneranno in campo il 16 quando ospiteranno al Teghil (fischio d’inizio alle 14) il Venezia per un derby tutto neroverde.

Nel frattempo si aprirà la finestra invernale di calcio mercato. Le prime notizie riportano una corte incessante del Bari per Bassoli. E’ difficile però che Tesser dia il via libera alla cessione di uno degli elementi che stima di più per la sua serietà, la sua disponibilità e il suo attaccamento ai colori neroverdi.