Pordenone Calcio: i ramarri sono tornati a casa

28.07.2021 08:25 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Pordenone Calcio: i ramarri sono tornati a casa

I ramarri hanno lasciato Tarvisio ieri pomeriggio dopo due settimane di preparazione precampionato in Val Canale e due amichevoli al Maurizio Siega vinte con il Maniago Vajont (8-0) e con il Nogometno_Društvo_Gorica (2-1). Al rientro a Pordenone Massimo Paci ha concesso alla truppa neroverde due giorni di meritato riposo. Gli allenamenti riprenderanno al De Marchi venerdì pomeriggio. Si tratterà di una seduta unica durante la quale il tecnico dovrà valutare le condizioni dei ragazzi a sua disposizione in vista della trasferta da Champions di sabato al Gewiss Stadium contro l’Atalanta (fischio d’inizio alle 16.30) che ha concluso lo scorso torneo di serie A al terzo posto alle spalle di Inter e Milan guadagnandosi cosi l’accesso diretto alla fase a gironi della Champions League. Per gli orobici è la terza qualificazione consecutiva alla competizione europea per club più importante. Il team di Gasperini ha pareggiato 1-1 il suo primo test match della stagione domenica 18 luglio con gli israeliani del Maccabi Bnei Raina grazie a un gol realizzato da Colley all’88’. E’ stata annullata invece l’amichevole dei nerazzurri di venerdì scorso con il Modena di Attilio Tesser. Il test con il Pordenone assume quindi una notevole importanza per il campione d’Europa Matteo Pessina e compagni. “Sarà sicuramente un impegno difficilissimo – ha sottolineato Massimo Paci -, ma ce lo siamo scelto così impegnativo proprio per valutare meglio quello che stiamo facendo in particolare sotto il profilo tattico”. Sarà sicuramente una partita particolare per Nicolò Cambiaghi arrivato a Pordenone due settimane orsono. Suo è stato il secondo gol neroverde nella sfida con Nogometno Društvo_Gorica dopo il vantaggio iniziale di Frank Trasjout dal dischetto. Al De Marchi vengono seguite con interesse anche le vicende del Chievo Verona. Il Coni ieri ha respinto il ricorso dei veneti esclusi dalla serie B dal Covisoc. Ora non resta loro che ricorrere al Tar del Lazio. Se anche il Tar confermerà l’esclusione muterà il tabellone di Coppa Italia. Il Pordenone scalerebbe infatti la classifica verso l’alto e non dovrebbe più affrontare nel primo turno l’Udinese (con rammarico di entrambe le società), ma lo Spezia.