Pordenone Calcio: il cammino del fante Ciurria

10.11.2020 08:17 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: il cammino del fante Ciurria

Patrick Ciurria sarà dunque un ramarro almeno sino a giugno 2024. Continua l’opera di consolidamento dei rapporti con i giocatori fondamentali avviata dalla società. Dopo i prolungamenti dei contratti di Jack Bindi (sino a giugno 2022), Mirko Stefani (giugno 2023) Alessandro Bassoli (giugno 2022) comunicati nei giorni scorsi ieri è arrivata anche l’ufficializzazione dell’estensione del contratto che già lega Patrick Ciurria al sodalizio neroverde sino al 2022 per altre due stagioni stagioni, quindi sino a tutto giugno 2024.

Per Ciurria questa in corso è la quarta stagione con la casacca neroverde. Patrick è arrivato in riva al Noncello nell’estate del 2017 dalla Robur Siena. Sulla panca del Pordenone c’era Leonardo Colucci. Stagione impreziosita dal successo in coppa Italia a Cagliari (2-1) e dalla storica sfida al Meazza con l’Inter persa solo ai calci di rigore (4-5). Dopo qualcosa si ruppe nel giocattolo di Colucci che fu costretto a lasciare il posto in panca a Fabio Rossitto. Patrick fu giocatore fondamentale in entrambe le gestioni collezionando 28 presenze con 6 gol al suo attivo. Il match di sabato scorso, pareggiato (1-1) dai ramarri con il Chievo al Teghil di Lignano, è coinciso con la sua centoventesima gara in neroverde. L’apporto significativo dato alla causa naoniana è testimoniato anche dai quindici gol sin qui realizzati e dai venti preziosi assist forniti ai compagni andati a segno. Patrick, classe ’95, è cresciuto nel settore giovanile dello Spezia, società che lo fece esordire, giovanissimo, in serie B nella stagione 2013-14 durante la quale collezionò cinque gettoni. Proprio per la sua verde età venne soprannominato dalla tifoseria locale “il fante”, appellativo che nulla ha a che fare con l’esercito. Significa infatti ragazzino, un po’ come “fantat” o “fantulin” nella parlata friulana. Dallo Spezia (24 presenze complessive in cadetteria) nel 2016 passò al Sudtirol in serie C (19 gettoni nella prima metà di campionato) e da gennaio 2017 alla Robur Siena (15 presenze e 3 gol nel girone di ritorno) da dove lo prelevò poi il Pordenone.