Pordenone Calcio: il capitano Stefano annuncia l'addio al calcio giocato (VIDEO)

28.04.2022 16:48 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Pordenone Calcio: il capitano Stefano annuncia l'addio al calcio giocato (VIDEO)

E' ufficiale. Il capitano Mirko Stefani dopo una lunga carriera e le ultime storiche 7 stagioni in neroverde annuncia l'addio al calcio giocato.

"E' arrivato il momento dell'addio" - ha annunciato con il magone il capitano neroverde - "Ci tenevo a farlo in prima persona per tutti colori che mi hanno sostenuto in questi anni a Pordenone. Mi auguro di trovare sabato al Teghil un bell'ambiente dove poter salutare tutti nonostante quest'anno non abbiamo vissuto una delle nostre migliori stagioni". Mirko cresciuto nelle giovanili del Milan è arrivato a Pordenone nel 2015 ed è da subito diventato l’autentico leader carismatico della squadra rimanendo tale anche nel corso delle ultime tre stagioni durante le quali è stato utilizzato dai suoi allenatori con il contagocce. Ha totalizzato in totale con i ramarri 165 presenze e ha realizzato 5 reti. Ha vinto un campionato di serie C, una Super Coppa di C, vanta due semifinali play off di C, ha sfiorato la serie A nel primo anno in B e la cavalcata in Coppa Italia culminata con la sconfitta ai rigori con l'Inter. Ha vestito inoltre in carriera le maglie di Parma, Prato, Bellaria, Reggiana, Cremonese, Frosinone, Real Vicenza e Messina. Resterà nel Club. Il rispetto e l’affetto che nutrono per lui compagni, staff tecnico e proprietà lasciano prevedere che gli verrà riservato un posto da dirigente o da collaboratore tecnico. "Resto a Pordenone" - ha affermato Mirko - "Spero di mettere al servizio della società la mia esperienza. Inoltre ho portato avanti in questi anni gli studi per il patentino di allenatore. Sono convinto di poter scrivere assieme ancora delle belle pagine neroverdi".

Scelta condivisa dai tifosi. A Mirko è arrivata sul web anche una valanga di auguri da parte del popolo neroverde del quale è indubbiamente uno degli eroi preferiti.

Guarda il video: