Pordenone Calcio: il nuovo entusiasmo del popolo neroverde

03.01.2021 09:03 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: il nuovo entusiasmo del popolo neroverde

Il perentorio successo sulla Reggiana (3-0 con i gol di Diaw, Zammarini e Ciurria), ultimo del 2020, primo al Teghil della tormentata stagione 2020-21, accompagnato dal fatto che l’eurogol di Patrick Ciurria è stato ufficialmente dichiarato il migliore dell’ultima giornata del 2021, ha riacceso l’entusiasmo del popolo neroverde che lamenta però ancora una volta l’impossibilità di assistere dal vivo alle imprese dei ramarri e di far sentire alla squadra tutto il suo calore.

“Nel 2020 – ha ribadito Stefano Ponticiello presidente del club PN Neroverde 2020 - i nostri super eroi naoniani, guidati dal komandante Tesser e dal fedele nocchiere Strukelj, ci hanno portato ad un passo dal sogno, infrantosi nella semifinale playoff per la serie A. Tutto questo, dallo scorso marzo - ricorda Ponticiello - si é svolto senza la nostra presenza negli stadi, un vero supplizio. L'anno 2020 verrà giustamente ricordato da tutti per il triste tributo di vite umane perse a causa del Corona virus. Noi tifosi lo ricorderemo anche come l'anno in cui il virus ci ha obbligato a seguire le partite alla televisione e, quando possibile, nella nostra sede presso il Bar San Quirino. Un anno fa – ricorda il presidente - al rientro dalla lunga trasferta di Salerno (dove torneranno a recarsi i ramarri proprio domani, ndr) decidemmo di mettere in piedi questa allegra baracca. Ora siamo pronti a ripartire e appena l'emergenza sanitaria sarà terminata e si potrà tornare alla normalità - garantisce per tutti Ponticiello -, non faremo certo mancare il nostro caloroso suupporto!”.

Il lock down non ha fermato Franz Rizzi. Perpetrando una tradizione che dura sin dagli anni 80 del secolo scorso anche a capodanno 2021 il noto tifoso triestino dei ramarri, rigorosamente con mascherina neroverde, ha ripetuto il tuffo nell’acqua gelida di Barcola di Trieste. A causa delle regole anti-Covid non c’era quest’anno il pubblico che normalmente assiste al tradizionale gesto scaramantico e al quale Rizzi offre panettone e spumante.

“Questa volta – ha detto Franz – ho condiviso il pane con i miei amici gabbani e ho fatto gli auguri ai ramarri e a tutti i tifosi neroverdi gridando insieme a loro: “Forza Pordenone!”.