Pordenone Calcio: il valore di una vittoria di squadra

18.01.2021 10:08 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: il valore di una vittoria di squadra

Tre vittorie di fila senza subire gol hanno consentito ai neroverdi di entrare nella zona nobile della classifica. Importanti sono stati i successi sulla Reggiana (3-0, primo al Teghil) e sulla Salernitana (2-0 all’Arechi), ma forse ancora più importante è stata la vittoria (2-0) ottenuta sabato nel derby arancioneroverde a Lignano con il Venezia. Nell’occasione infatti i ramarri hanno subito per larghi tratti il gioco dei leoni di San Marco apparsi più brillanti e propositivi, ma non si sono mai disuniti. Hanno retto l’urto e hanno saputo sfruttare al meglio i momenti di black-out avversari. In altre parole è stata una vittoria di squadra. I nuovi ramarri si sono integrati bene nello spirito dei veterani di Tesser, novello re Mida capace di trasformare in oro tutto ciò che gli viene messo a disposizione. Ognuno ha dato il suo fondamentale contributo per il bene collettivo a partire da Diaw che si è procurato un rigore ed lo ha trasformato nel vantaggio naoniano al 33’ della prima frazione sino a Perisan, protagonista di un paio di interventi decisivi sulle conclusioni di Forte, Johnsen e Mariano, passando attraverso Ciurria che ha consolidato il vantaggio al 31’ della seconda frazione. Lo spirito di squadra che Tesser ha saputo costruire anche in questa stagione dopo la rivoluzione di ottobre è stato confermato dalla dedica fatta da Davide Diaw dopo aver segnato il suo decimo gol stagionale.

“Lo dedico – ha detto il bomber che va a segno da sei giornate consecutive – a Mirko Stefani, il nostro capitano sta per rientrare in gruppo dopo essere stato costretto a restare un periodo a casa. Anche se gli ultimi risultati non lo hanno lasciato intravvedere in spogliatoio ci è mancato parecchio”.

Il gol rifilato al Venezia ha consentito a Davide di raggiungere la doppia cifra prima del giro di boa del campionato. La scorsa stagione a Cittadella ne realizzò tredici in tutta la stagione. Il gol di sabato, decimo stagionale, ha permesso a Diaw di vincere il confronto in campo con Francesco Forte lasciato così alle sue spalle nella classifica marcatori. L’ex interista è stato ingabbiato bene dalla coppia di centrali naoniani formata da Barison e Camporese. Nell’unica volta in cui è riuscito a divincolarsi la sua conclusione in spaccata è stata ribattuta di piede dal portiere neroverde. Anche Samuele Perisan sottolinea la compattezza della squadra e in particolare della difesa naoniana.

“Sono contento di aver dato il mio contributo per l’ottenimento di un importante successo – ha detto l’ex Udinese -. A inizio stagione - ammette – avevo un po’ di difficoltà perché avevo bisogno di giocare con continuità. Ora sto bene. L’intesa con i compagni di reparto è buona. Siamo cresciuti e dietro ci sentiamo solidi e compatti perché tutti ci aiutiamo a vicenda. All’inizio – ricorda Samuele – abbiamo fatto un po’ di fatica. Avremmo potuto avere qualche punto in più a questo punto del campionato, ma ora – sottolinea - stiamo recuperando come dimostrano le tre vittorie consecutive conquistate a cavallo fra il vecchio e il nuovo anno”.