Pordenone Calcio: l'ombra del calcio-scommesse nella calza della befana

07.01.2021 09:26 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: l'ombra del calcio-scommesse nella calza della befana

Mezzaroma e Lotito hanno infilato l’ombra del calcioscommesse nella calza della befana. I proprietari della Salernitana non hanno proprio digerito la sconfitta (0-2) patita dai loro granata nel match con i ramarri di lunedì scorso. Nella tarda serata di martedì è apparso sul sito ufficiale dei campani un comunicato stampa che ha ovviamente attirato l’attenzione di tutti gli addetti ai lavori e insinuato dubbi sulla regolarità del match. Le perplessità sarebbero state originate da un flusso anomalo di puntate sui ramarri prima della sfida e nei primi minuti dell’incontro.

“L’U.S. Salernitana 1919 – si legge nella nota - comunica che, a seguito di alcune segnalazioni apparse su siti sportivi, nonché innumerevoli sollecitazioni ricevute in merito a presunte quotazioni di scommesse sportive ascrivibili alla partita Salernitana – Pordenone, auspica che l’autorità giudiziaria di ogni ordine e grado possa far presto luce ed accertare l’effettiva caratura della fattispecie che, se accertata, costituirebbe senza alcun dubbio un danno in capo alla Salernitana”.

Il comunicato non azzarda le motivazioni o le azioni che possono aver portato tanti scommettitori a puntare i loro soldi sui ramarri.

“Ci sono state segnalate queste anomalie – si è limitato a spiegare Mezzaroma ai media locali - e abbiamo ritenuto giusto segnalarle a chi di dovere”.

In realtà la società granata è andata oltre perché avrebbe dato mandato all’avvocato Gian Michele Gentile di raccogliere materiale che certifichi il fatto che gran parte delle agenzie di scommesse ha stravolto le quote poco prima dell’inizio della partita indicando come favorita non la capolista, ma la compagine neroverde. La rabbia per aver perso il primato in classifica (in comproprietà con l’Empoli prima del match con i ramarri) è stata ulteriormente testimoniata dalle rimostranze che il club avrebbe fatto nelle sedi opportune per le interpretazioni arbitrali del signor Rapuano di Rimini (doppia espulsione ai danni dei granata) durante la sfida con i neroverdi e per il rigore concesso a favore dell’Empoli (ora capolista solitaria con 3 punti di vantaggio sulla Salernitana) dal signor Mossa di Imperia nella gara vinta (2-0) a Cosenza.

Il tutto riscalda ancora di più il clima in vista della sfida diretta fra toscani e campani che avrà luogo al Castellani alla ripresa del campionato fra dieci giorni.