Pordenone Calcio: le ultime dal mercato

09.09.2020 09:47 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: le ultime dal mercato

Cresce intanto l’attività di mercato del club neroverde che sembra aver cambiato radicalmente pagina rispetto alle ultime due annate. Del resto Mauro Lovisa era stato chiaro sin dalle prime battute.

“Quest’anno – aveva anticipato – punteremo su una squadra da corsa, formata da giocatori prevalentemente giovani e motivati, desiderosi di farsi valere in un campionato importante come quello di serie B”.

Alle parole sono seguiti presto i fatti. Il mancato rinnovo del contratto di Michele De Agostini (in scadenza lo scorso 31 agosto) e la rinuncia a Salvatore Burrai (al quale è stato negato il prolungamento della collaborazione in scadenza il 30 giugno del 2021) sono stati emblematici tanto quanto l’arrivo di giocatori come Chrzanowski (classe 1999), Magnino (1997), Mallamo (1999), Butic (1998) e Rossetti (1998). Fra tanti giovani però ci saranno anche giocatori dal valore già consolidato. Nelle ultime ore sarebbe infatti cresciuto notevolmente l’interesse del club neroverde per Davide Diaw. Pare che sia lo stesso Mauro Lovisa a condurre in prima persona la trattativa con il Cittadella per il trasferimento del giocatore di origine senegalese nato a Cividale del Friuli nel 1992, autore di 15 gol e otto assist in 36 presenze durante la scorsa stagione. Gli operatori di mercato neroverdi sarebbero anche fra gli estimatori di Stefano Pettinari (classe 1992) autore di 17 centri in 35 presenze lo scorso campionato con il Trapani. Per ottenerlo il Pordenone dovrà però essere più convincente di Brescia, Catania, Palermo, Pescara e Spal che sono sulle tracce della punta romana. Possibile alternativa è Francesco Forte (classe 1993), 32 gettoni e 17 gol lo scorso campionato con la Juve Stabia. I concorrenti in questo caso sarebbero Lecce, Vicenza e Salernitana. Non solo bomber: Tesser avrà bisogno anche di un portiere da affiancare a Jack Bindi. L’ultima suggestione porta a Guglielmo Vicario del Cagliari. Classe 1996 l’estremo difensore nato a Udine e cresciuto nel vivaio bianconero è una vecchia conoscenza degli sportivi della Destra Tagliamento. Nella stagione 2014-15 è stato un punto di forza del Fontanafredda militante in serie D, portato al Tognon dall’allora ds rossonero Renzo Nadin. Vicario fu poi uno dei protagonisti della scalata del Venezia dalla serie D alla serie B prima di passare al Perugia in serie B nella stagione 2019-20 e la scorsa in serie A al Cagliari trascorsa in panchina. Sul fronte cessioni va rilevata la forte pressione del Bari per Patrick Ciurria che la società dei De Laurentiis vorrebbe prelevare dal Pordenone insieme a Lucas Chiaretti.