Pordenone Calcio: oggi il calendario

09.09.2020 09:36 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: oggi il calendario

All’hotel Spartiacque di Camporosso i ramarri attendono di conoscere quale sarà il loro primo avversario del campionato che inizierà il 26 settembre. La cerimonia di presentazione del nuovo calendario avrà luogo questa sera con inizio alle 19 nella fantastica Piazza dei Miracoli di Pisa. Non sarà ammesso il pubblico. Saranno presenti solo i rappresentati delle società iscritte al campionato. La manifestazione verrà però trasmessa in diretta da Raisport e da Dazn e sarà visibile anche sui canali social ufficiali della Lega B. L’anno scorso il calendario riservò alle matricole neroverdi un esordio impegnativo alla Dacia Arena con il Frosinone di Alessandro Nesta, una delle formazioni più accreditate per la promozione in serie A. Fu un clamoroso 3-0 con doppietta di Tommaso Pobega e gol di Alberto Barison. Debutto che fece subito intravvedere le potenzialità della squadra con la direzione di Tesser. Con il Frosinone poi i ramarri giocarono anche l’ultima gara della stagione, la semifinale di ritorno dei playoff, un amaro 0-2 al Rocco di Trieste che spazzò via l’illusione di poter accedere alla finalissima maturata dopo il successo per 1-0 (con eurogol di Luca Tremolada) in gara uno al Benito Stirpe.

Il commento più ricorrente dei tecnici dopo la presentazione dei calendari è sempre stato:

“Prima o poi bisogna incontrarle tutte”.

Vediamo allora quali saranno le avversarie che il Pordenone dovrà affrontare in stretto ordine alfabetico: Ascoli (reduce da una stagione travagliata), Brescia (retrocesso dalla serie A e deciso a risalire subito), Chievo (anche i veronesi partono fra le favorite), Cittadella (abbonato ai playoff), Cosenza (grande rendimento dopo la pausa per evitare la retrocessione), Cremonese (obiettivo playoff), Empoli (i toscani hanno deluso profondamente lo scorso campionato e cercheranno un pronto riscatto), Frosinone (fermato in finale playoff dallo Spezia), Lecce (retrocesso dalla massima serie), Monza (creatura di Berlusconi e Galliani neopromossa dalla C e a detta dei più solo di passaggio in serie B), Pisa (i nerazzurri hanno perso l’accesso ai playoff la scorsa stagione solo per la classifica avulsa), Reggiana (neopromossa in cadetteria), Reggina (altra neopromossa ambiziosa), Salernitana (in cerca della maturazione definitiva), Spal (scivolata in B dopo tre anni di serie A), Vicenza (alla Lane di Rosso non basta essere tornata in B) e Virtus Entella (obiettivo dichiarato la permanenza in B).