Pordenone Calcio: oggi la decisione sui rinvii

23.12.2021 08:30 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: oggi la decisione sui rinvii

Oggi si saprà, salvo imprevisti, se la sfida di Santo Stefano al Teghil fra Pordenone e Lecce si giocherà o meno. Perché si possa farlo dovranno arrivare due opinioni positive dall’assemblea di Lega B e dall’ASL di Lecce. Gli allenamenti dei salentini sono stati sospesi a causa di alcuni casi di positività al Covid nel gruppo squadra, cosa che ha portato al rinvio della partita con il Vicenza di domenica scorsa. Oggi l’ASL si pronuncerà sulla possibilità che i giallorossi di Marco Baroni possano tornare a lavorare in gruppo e quindi a presentarsi a Lignano. Perché ciò accada però deve arrivare anche l’OK della Lega di serie B.

Mauro Balata ha convocato d’urgenza per questa mattina in videoconferenza alle 9.30 un’assemblea straordinaria dei presidenti delle società di cadetteria con questo ordine del giorno: verifica dei poteri; emergenza COVID-19: valutazioni e determinazioni conseguenti; varie ed eventuali. Nell’aria c’è la possibilità già segnalata nei giorni scorsi che la situazione d’emergenza possa portare non solo al rinvio della sfida fra Pordenone e Lecce, ma di tutte le partite in programma per la diciannovesima e ultima giornata di andata e della prima giornata di ritorno che è attualmente in programma il 29 dicembre. Impossibile al momento fare pronostici credibili perchè le opinioni dei presidenti al riguardo non sono concordi. Nel corso dell’assemblea verrà probabilmente trattato anche un altro argomento di interesse per i tifosi. Tra i possibili provvedimenti in discussione ci sarebbe anche l’obbligo del tampone per assistere alle gare. “Mi auguro – ha commentato il presidente del Lecce Sticchi Damiani – che le decisioni che verranno prese vadano al di là della convenienza o meno di un eventuale rinvio e che in considerazione venga tenuta soprattutto la salute dei giocatori”.

In attesa di conoscere le decisioni di ASL e Lega B Stefani e compagni continuano a lavorare al De Marchi. Sono da valutare le condizioni di Misuraca, Chrzanowski, Mensah, Sabbione, Valietti, El Kaouakibi, Ciceretti e Falsasco (comunque non convocabile perché squalificato) che nei giorni scorso hanno svolto lavoro differenziato. Questa almeno è stata la spiegazione data dagli organi ufficiali per l’assenza dei suddetti nel gruppo che si sta allenando agli ordini di Tedino e del suo staff. Al De Marchi, come riportato già ieri, sta lavorando anche Davide Gavazzi. Il ritorno a “casa” di uno dei più amati protagonisti della promozione in serie B e della prima sorprendente annata dei ramarri nel campionato cadetto è stato accolto con piacere dal popolo neroverde. Resta da vedere se l’ex blucerchiato (7 presenze in serie A con la Sampdoria nel 2013-14), reduce da un infortunio grave e un anno di inattività, possa recuperare una condizione accettabile per essere utilizzato.