Pordenone Calcio, PN Neroverde 2020: "Avanti ramarri! Alla ricerca delle nostre follie e delle nostre glorie!"

11.05.2020 09:30 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio, PN Neroverde 2020: "Avanti ramarri! Alla ricerca delle nostre follie e delle nostre glorie!"

E’ un campionato che va completato perché è uno dei più belli e avvincenti in senso assoluto della storia della serie B a 20 squadre. A renderlo tale bisogna ammettere con una punta d’orgoglio ha contribuito fattivamente anche la matricola Pordenone alla sua prima apparizione in cadetteria. E’ vero che il Benevento (primo in classifica con 69 punti e 20 lunghezze di vantaggio sul Crotone secondo) è stato padrone assoluto delle 28 partite disputate prima dello stop causato dalla pandemia. E’ altrettanto vero però che la lotta per la seconda posizione che vale la promozione diretta in serie A quando mancano dieci giornate al termine della stagione regolare è apertissima. Oltre agli squali rossoblu (49 punti) sono coinvolte anche Frosinone (47), Pordenone (45), Spezia (44), Cittadella (43), Salernitana (42) e Chievo (41). La spettacolarità del torneo in corso però è testimoniata soprattutto dai tanti gol sino a ora realizzati. In una categoria normalmente caratterizzata da grandissimo equilibrio con tanti pareggi e poche reti il campionato attuale, se il trend dovesse continuare anche alla ripresa dopo lo stop, potrebbe minacciare il record della stagione 1999-2000, la più prolifica sin qui con 952 gol segnati a una media di 2.5 a partita. Nei 28 turni disputati (con il match Ascoli-Cremonese ancora da recuperare) sono stati infatti ben 694 i palloni finiti in rete con una media di 2.48 a gara. I ramarri hanno contribuito con i loro 37 gol realizzati (1.32 a partita). Nel sacco neroverde sono finiti 34 palloni (1.21 per match). Bisogna però considerare che nel computo complessivo pesano i 4 subiti a Castellamare di Stabia (2-4) e i 4 incassati a Salerno (0-4). Il miglior marcatore del Pordenone è Strizzolo con 8 centri al suo attivo, ma il clan di Tesser si è guadagnato in categoria l’appellativo di compagnia del gol. A segno infatti sono andati anche Gavazzi e Pobega (4 a testa), Barison, Burrai e Ciurria (3 ciascuno), Bocalon, Camporese e Chiaretti (con 2), Candellone, De Agostini, Mazzocco e Misuraca (uno ciascuno). Per arrivare a quota 37 i neroverdi hanno usufruito di 2 autogol degli avversari.

PRONTI A RIPARTIRE – Il richiamo della serie B affrontata dai loro beniamini per la prima volta è sicuramente stato forte fra i tifosi neroverdi, ma anche la qualità del gioco proposto da Tesser e dal suo staff ha contribuito ad accrescere la passione del popolo naoniano. Nonostante il disagio di un campionato giocato praticamente tutto in trasferta, ai match dei ramarri alla Dacia Arena di Udine ha assistito una media di tremila 491 spettatori con una punta massima di seimila 856 con la Cremonese (1-0 firmato da Ciurria). Dopo oltre due mesi di astinenza anche il popolo neroverde desidera ripartire. La voglia di tornare alla normalità è testimoniata dall’invito che appare sulla pagina Fb del club PN Neroverde 2020 nel quale il presidente Stefano Ponticello prende a prestito l’immagine e il motto del famoso Corto Maltese, protagonista dei fumetti di Hugo Pratt e lancia il suo grido di battaglia:

"En avant Ramarri! A la recherche des nos folies et des nos gloires!", ovvero "Avanti Ramarri! Alla ricerca delle nostre follie e delle nostre glorie!".