Pordenone Calcio, Ramarri a Bergamo senza il fante; Paci: "La nostra identità dovrà essere chiara e forte su qualsiasi campo"

31.07.2021 09:19 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio, Ramarri a Bergamo senza il fante; Paci: "La nostra identità dovrà essere chiara e forte su qualsiasi campo"

Non ci sarà Patrick Ciurria nel Pordenone che questo pomeriggio giocherà al Gewiss Stadium di Bergamo (fischio d’inizio alle 17 con diretta su Sky) la prestigiosa amichevole con l’Atalanta che rappresenterà l’Italia in Champions League assieme a Inter, Milan e Juventus. Il fante ha già la valigia pronta per andare al Monza. I segnali erano chiari da tempo viste le operazioni di mercato che hanno rinfoltito il reparto avanzato neroverde. L’ultima ha portato alla corte di re Mauro dal Napoli Amato Ciceretti. Il fantasista che la scorsa stagione ha militato nel Chievo Verona sarà seguito da Michael Folorunsho, centrocampista italo-nigeriano lo scorso campionato in forza alla Reggina con la cui casacca andò a segno anche al Teghil contro il Pordenone. Evidentemente il Monza di Berlusconi e Galliani deve aver messo sul tavolo una cifra vicina ai tre milioni di Euro stabilita da Lovisa e soci per discutere la cessione del ramarro più produttivo (9 gol e 11 assist) della passata stagione. Massimo Paci non fa cenno a Ciurria. Preferisce concentrarsi su come far scendere in campo gli uomini che ha a disposizione per non sfigurare contro un’avversaria molto forte guidata da un tecnico che stima moltissimo.

“Ho avuto la fortuna – racconta – di allenarmi ai suoi ordini per un mese nel Genoa. E’ uno dei migliori allenatori d’Europa e sono felicissimo di ritrovarlo. Affrontare un’avversaria di così alto livello – spiega poi – ci permetterà di capire a che punto siamo con l’assimilazione dei nuovi principi di gioco. La nostra identità dovrà essere chiara e forte su qualsiasi campo, anche contro una squadra da Champions League come l’Atalanta”.

La sfida di Bergamo fa seguito ai test match già giocati a Tarvisio durante il ritiro e precede le amichevoli con il Padova il 4 agosto all’Euganeo e con Il Bologna quattro giorni dopo nella prima uscita stagionale al Teghil di Lignano.

“Fondamentale giocare più possibile – risponde Paci a chi gli fa notare che si tratta di un autentico tour de force – e confrontarsi con formazioni di alto livello per valutare bene la situazione e dare minutaggio a tutti i componenti della rosa”.

Prevedibile quindi che al Gewiss il neo tecnico neroverde dia spazio a quanti più giocatori possibile. Se darà seguito a quanto fatto vedere con il Nuova Gorica potrebbe iniziare con Perisan Fra i pali, Greco, Camporese, Barison e Vogliacco o Chrzanowsky in difesa, Kupisz, Misuraca, Magnino e Misuraca a centrocampo con Pellegrini e Tsadjout o Cambiaghi (che arriva proprio dall’Atalanta) in prima linea e con Bindi, Biondi, Stefani, Perri, Pasa, Magnino, Rossetti, Mensah, Butic, Secli e Sylla pronti a subentrare.

Secondo calcioatalanta.it la formazione iniziale che Gasparini manderà in campo con il suo 3-4-1-2 potrebbe essere composta da Rossi fra i pali; Sutalo (Del Prato), Palomino, Djimsiti in difesa; Reca (Bernasconi, Maehle), De Roon (Da Riva, Muratore, Carraro), Kovalenko (Freuler), Gosens (Pezzella) a centrocampo e Miranchuk (Pasalic) alle spalle di Ilicic e Colley (Piccoli) in prima linea.