Pordenone Calcio: Ramarri a casa dell'ex Strizzolo

09.04.2021 08:30 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Ramarri a casa dell'ex Strizzolo

Al De Marchi c’è giusta tensione. Stefani e compagni si allenano sodo sotto la guida di Maurizio Domizzi. Lavorano a parte solo gli acciaccati Vogliacco, Chrzanowski e Finotto. Per Morra, operato ai legamenti del ginocchio sinistro, invece la stagione è già finita. La squadra sa che il match di domani allo Zini di Cremona sarà un esame per tutti. Le premesse sono buone. Il successo (3-0) di lunedì scorso ai danni della Virtus Entella ha aperto nel migliore dei modi il post Tesser iniziato con l’assegnazione della conduzione tecnica della prima squadra a Maurizio Domizzi promosso dalla Primavera neroverde.

La consistenza dei grigiorossi messi a disposizione di Fabio Pecchia (pure lui un subentrato avendo sostituito lo scorso gennaio Pierpaolo Bisoli sulla panca lombarda) è ben diversa da quella del fanalino di coda ligure appena strapazzato. La Cremo divide con il Frosinone il tredicesimo gradino e nelle ultime quattro partite ha segnato sei gol senza incassarne nemmeno uno incamerando 10 punti, frutto del pareggio di Ascoli (0-0) e delle vittorie con Reggiana (3-0), Virtus Entella (2-0) e Cosenza (1-0). Quest’ultima è stata propiziata da un gol di Luca Strizzolo, uno dei beniamini più amati dal popolo neroverde.

Strizzolo, nato a Udine nel 1992, ha vestito in tre stagioni diverse la casacca neroverde. La prima in serie D nel 2009-10 con 21 presenze e 4 gol. Poi girò fra Novara (in serie B), Pisa e Treviso in C1, Real Vicenza in C2 e Lucchese di nuovo in C. Nel 2015 rientrò nel Pordenone di Bruno Tedino per contribuire con 30 presenze e 8 gol alla conquista dei playoff di serie C quando i ramarri vennero fermati solo in semifinale dal Pisa di Rino Gattuso. Passò quindi al Cittadella in B sino a gennaio del 2019 quando vnne chiamato dalla Cremonese sempre in cadetteria. Il Pordenone lo riportò a casa all’inizio della scorsa stagione e Luca ripagò la fiducia con un contributo determinante (ventotto presenze e otto gol) per la scalata sino alla semifinale payoff per la promozione in serie A persa non senza rammarico con il Frosinone. Tornò quindi alla Cremonese e lo scorso gennaio gli operatori di mercato neroverdi cercarono di farlo rientrare, ma ricevettero il netto rifiuto dal direttore generale grigiorosso Ariedo Braida (ex dg anche del Milan e ds del Barcellona). Con la Cremonese Luca in questa stagione ha sino a ora realizzato cinque gol nelle diciannove gare in cui è stato utilizzato.

La stima e l’affetto dei tifosi neroverdi per Strizzolo è stata confermata sui social con un indicativo “Resterai sempre uno di noi!”, ma anche con l’invito a non infierire domani.