Pordenone calcio: Ramarri ad Ascoli per spezzare l'incantesimo

31.10.2020 08:38 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone calcio: Ramarri ad Ascoli per spezzare l'incantesimo

“Vittoria cercasi”: avrebbe potuto essere il cartello da appendere sul pullman che ieri ha portato i ramarri ad Ascoli dove questo pomeriggio al Del Duca, reso mitico il secolo scorso dagli interventi di Tonino Carino per Tutto il Calcio Minuto per Minuto, affronteranno la formazione locale guidata dall’ex Udinese Valerio Bertotto.

Sarà una partita strana, condizionata dal diffondersi del Corona virus (cinque giocatori e due componenti dello staff fra i tesserati bianconeri). Situazione che sicuramente indebolirà il potenziale dei marchigiani, ma che ha condizionato psicologicamente anche i ramarri alla ricerca della loro prima vittoria in campionato.

Nelle cinque partite del campionato 2020-21 sin qui giocate il Pordenone ha infatti raccolto quattro pareggi (0-0 a Lecce, 1-1 a Vicenza, 3-3 con la Spal e 2-2 con la Reggiana) e una sconfitta (0-2 a Cittadella). Situazione appesantita dall’eliminazione in Coppa Italia subita martedì scorso a opera del Cittadella (1-4 dopo i rigori). Ovvio quindi che la truppa neroverde guardi al match di questo pomeriggio (fischio d’inizio alle 16) come un’occasione per rompere l’incantesimo.

Non faranno parte della gara Davide Gavazzi e Adam Chrzanowski. Non sono in condizioni ideali nemmeno Roberto Zammarini e Adam Musiolik che comunque hanno seguito i compagni nelle Marche.

Come al solito Tesser non ha fatto anticipazioni sull’undici che manderà inizialmente in campo. Potrebbero comunque cominciare Perisan fra i pali, Vogliacco, Barison, Bassoli e Falasco in difesa, Magnino, Calò e Rossetti a centrocampo con Scavone alle spalle della consolidata coppia formata da Ciurria e Diaw. Sono stati convocati anche Bindi, Passador, Berra, Camporese, Stefani, Mallamo, Pasa, Zammarini, Butic, Musiolik e Secli.