Pordenone Calcio: Ramarri contro i grigi di Longo

30.11.2021 08:30 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Ramarri contro i grigi di Longo

“A Frosinone siamo arrivati a un solo centimetro dalla prima vittoria stagionale. Con l’Alessandria dovremo ripeterci e percorrere anche quel centimetro in più”.

Così Bruno Tedino ha presentato la gara in programma questa sera (inizio alle 20.30) al Teghil con i grigi di Moreno Longo, tecnico seguito nel recente passato anche dal Pordenone. I piemontesi occupano il diciassettesimo posto in classifica, sull’ultimo gradino valido per accedere al playout. Nelle ultime due giornate hanno però conquistato altrettante vittorie a Ferrara (3-2) con la Spal e al Moccagatta sabato con la Cremonese (1-0) aumentando così il vantaggio sul Pordenone a dieci lunghezze. Per i ramarri quella di questa sera rappresenta, visto anche che si gioca Lignano, una sorta di ultima spiaggia. Rimandare ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria stagionale comprometterebbe ulteriormente una stagione già dannatamente complicata.

“Anche a Frosinone, come prima a Pisa, Como e Brescia – afferma il tecnico neroverde – abbiamo dimostrato di essere sulla strada giusta. Dobbiamo solamente migliorare nell’attenzione e in alcune scelte in entrambe le fasi di gioco”.

In altre parole cercare di eliminare quelle scelte individuali discutibili e quegli errori tecnico-tattici dei singoli che alla fine compromettono il lavoro di squadra. Cosa non semplice. Certamente centrare il primo successo potrebbe dare maggior fiducia.

“Sì – concorda Tedino -, l’ultimo posto in classifica e lo zero nella casella delle vittorie costituiscono handicap psicologici da eliminare e dobbiamo assolutamente farlo con l’Alessandria giocando – indica la via Bruno - una partita maschia ed energica con l’obiettivo specifico di vincere tutti i duelli individuali stando contemporaneamente bene attenti a limitare le loro micidiali ripartenze”.

Tedino non anticipa mai la formazione che intende mandare in campo inizialmente. In questo caso è apparso ancora più criptico riservandosi di decidere proprio nelle ore precedenti la partita su chi puntare.

“Dalla gara di Frosinone – ha detto ieri pomeriggio – è passata appena una quarantina d’ore e a quella con l’Alessandria ne manca una trentina. Non c’è nemmeno il tempo di recuperare dalla fatica e dallo stress. Giocherà – ha detto soltanto – chi avrà più energia”.

Di certo non ci sarà lo squalificato Hamza El Kaouakibi. Rientrerà invece Nicola Falasco che ha scontato la squalifica subita dopo il giallo con l’Ascoli. Fra i pali ci sarà sicuramente Perisan. La difesa potrebbe essere composta da Chrzanowski, Camporese, Barison e Perri. A centrocampo potrebbero giostrare Magnino, Pasa e Petriccione con Folorunsho trequartista alle spalle di Pellegrini e Ciciretti. Longo potrebbe rispondere con il suo 3-4-3 composto da Pisseri; Prestia, Di Gennaro, Ba; Mustacchio, Casarini, Benedetti, Lunetta; Chiarello, Corazza e Arrighini. Longo non sottovaluta l’ultima della classe.

“E’ più difficile incontrare squadre con l’acqua alla gola che si giocano la partita della vita – sono le sue parole riportate da Grigionline – che formazioni senza problemi. Scenderemo al Teghil concentrati come se dovessimo affrontare la prima in classifica”.

Dirigerà la sfida Matteo Marchetti di Ostia Lido coadiuvato dagli assistenti Lanotte e D’Ascanio. Quarto uomo sarà Delrio. Al VAR Giua e Scatragli. Visto l’orario (20.30) non è previsto il pienone al Teghil. L’uffio stampa neroverde ricorda inoltre che potranno entrare esclusivamente i vaccinati e i guariti dal Covid che potranno esibire il relativo certificato cartaceo. Presentare gli esiti dell’eventuale tampone non sarà sufficiente. Da casa si potrà seguire il match su Sky Sport, Sky Go, Now TV, DAZN e Helbiz Media.