Pordenone Calcio: Ramarri raminghi

19.01.2023 08:44 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Ramarri raminghi

Ramarri raminghi a causa delle condizioni atmosferiche! Martedì pomeriggio si sono allenati sul rettangolo sintetico a fianco del Tognon di Fontanafredda, ieri al campo sportivo di Visinale. Non stanno vivendo certamente nella condizione migliore per preparare la partita in programma dopodomani a Lignano con il Sangiuliano City che sarà una sfida assolutamente da vincere per mantenere il primato in classifica (attualmente a quota 40) e magari aumentare anche il distacco dalle immediate inseguitrici Feralpisalò (39, ospite sabato della Pergolettese), Vicenza (38, che domenica riceverà la visita dell’Albinoleffe) e Lecco (38, dopodomani impegnato sul rettangolo della Pro Sesto).

Oggi dovrebbero però rientrare al De Marchi.  Come previsto non farà parte del match con il Sangiuliano il regista capitano Salvatore Burrai per recidività in ammonizione avendo collezionato contro la Virtus il quinto cartellino giallo ed essendo quindi stato squalificato per una giornata. Il giudice sportivo non è stato tenero nemmeno nei confronti di Matteo Lovisa affibbiandogli, come si legge sul comunicato, “un’ammenda di cinquecento Euro e un’ammonizione a svolgere ogni attività in seno alla FIGC, a ricoprire cariche federali e a rappresentare la società nell’ambito federale sino a tutto il 30 gennaio 2023 per avere al 42’ del secondo tempo (del match con la Virtus Verona, ndr) tenuto – motiva la nota – una condotta irriguardosa e offensiva nei confronti della Quaterna Arbitrale, in quanto si alzava dalla panchina pronunciando frasi offensive per contestarne l’operato”.

Il responsabile dell’area tecnica non potrà quindi sedere, come è solito fare, nella panchina aggiuntiva a fianco di quella di Mimmo Di Carlo nel corso della sfida con i Citizens.  La squalifica non impedirà comunque a Matteo Lovisa di continuare a tenere d’occhio l’andamento della sessione di calciomercato che si chiuderà il 31 gennaio. L’obiettivo suo e dell’intera dirigenza è liberare ancora qualche armadietto al De Marchi (sperando ovviamente che la squadra vi faccia ritorno prima possibile) dopo quelli già svuotati da Karlo Butic passato alla Feralpisalò e da Kevin Biondi al Rimini. Sui siti che si occupano di calciomercato continuano a circolare voci relative a interessamenti del Pordenone per vari giocatori. Le ultime riguardano Daniele Dessena, esperto centrocampista in forza alla Virtus Entella per assicurarsi il quale la dirigenza neroverde sarebbe in concorrenza con quella del Vicenza. Sempre sui siti specializzati in movimenti di giocatori si ipotizza pure la presenza del Pordenone in un gruppo di società di vertice della serie C interessate a Nicola Mosti, trequartista del Modena di Attilio Tesser. Sembra difficile però che Matteo Lovisa e Denis Fiorin accettino di partecipare ad aste, cosa chiarita più volte dal responsabile dell’area tecnica neroverde. Matteo Lovisa inoltre ha fiducia negli attaccanti attualmente a disposizione di Mimmo Di Carlo e recentemente il quasi recuperato Palombi e il rinato Dubickas sembrano dargli piena ragione. In ogni caso per le entrate bisognerà attendere la prossima settimana per approfittare delle occasioni dell’ultima ora e sembra di capire che sia più probabile l’arrivo di un nuovo centrocampista piuttosto che di una punta. Spetta agli avanti neroverdi confermare l’ipotesi facendosi valere già nella sfida con il Sangiuliano.