Pordenone Calcio: sconfitta (0-1) immeritata col Foggia

31.07.2022 08:29 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
foto Foggia
foto Foggia

Finisce con una sconfitta di misura la prima amichevole del Pordenone con una squadra di pari categoria. Il Foggia di mister Boscaglia ha espugnato il Maurizio Siega grazie a un gol realizzato da Ogunseye al 35’ della ripresa. Un risultato decisamente bugiardo perché il Pordenone nella prima frazione ha creato almeno tre grosse occasioni da gol, compreso il palo colpito da Biondi, pronto a girare un tiro cross di Zammarini. Di Carlo ha mandato inizialmente in campo il suo 4-3-1-2 con Festa tra i pali, Andreoni, Ajeti, Pirrello e Benedetti in difesa, Biondi, Onisa e Zammarini a centrocampo con Deli trequartista alle spalle della coppia di attaccanti formata da Candellone e Magnaghi. I ramarri hanno preso subito in mano le redini del gioco e hanno praticamente chiuso il Foggia nella sua metà campo. La prima occasione arriva al 14’ quando Deli si destreggia bene in area rossonera e libera un diagonale che, dopo una deviazione non rilevata dall’arbitro, termina sul fondo. Al 28’ Biondi colpisce il legno alla sinistra di Dalmasso. Al 44’, dopo il cambio di Torrasi per Onisa, è Magnaghi ad impegnare da buona posizione il portiere avversario. Nella ripresa Di Carlo decide giustamente di dare spazio ad altri giocatori per valutare la loro condizione dopo le due settimane di ritiro. Festa rimane fra i pali sino al 63’ per poi far spazio a Passador; In difesa ripartono Valietti, Pirrello (dal 71’ Biscontin), Benedetti (dal 71’ Cocetta) e Ingrosso. A centrocampo Torrasi, Misuraca e Zammarini (dal 68’ Baldassar) con Piscopo trequartista e Candellone (dal 63’ Secli) e Sylla in prima linea. Al 53’ Piscopo in scivolata da dentro l’area calcia sul fondo. Al 55’ è Candellone a impegnare il portiere avversario. Anche Boscaglia ha cambiato la sua squadra che ora è decisamente più produttiva. Al 60’ Curcio non trova il bersaglio da buona posizione. Risponde Secli con un colpo di testa che finisce sul fondo. All’80’ Ogunseye sfrutta un lungo lancio e insacca di precisione. Secli potrebbe pareggiare al 90’, ma non è baciato dalla dea fortuna. Hanno gioito quindi gli ultras (una cinquantina) che, giunti da Foggia, hanno assistito alla sfida dalla strada provinciale che sovrasta il polisportivo Siega perché le porte dell’impianto erano rigorosamente chiuse. Ovviamente al termine dell’incontro tutta la truppa rossonera è andata a salutarli e ad applaudirli. I ramarri, rientrati a Pordenone si ritroveranno al De Marchi il 2 agosto per riprendere la preparazione.