Pordenone Calcio, Tirelli: "Il Tognon da preparare anche per la B!"

02.08.2022 10:55 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Pordenone Calcio, Tirelli: "Il Tognon da preparare anche per la B!"

Riprende oggi la preparazione dei ramarri rientrati a Pordenone dopo il ritiro di Tarvisio. Bassoli e compagni si ritroveranno al De Marchi alle 18. In tutti c’è ancora rammarico per il risultato dell’amichevole disputata sabato con il Foggia persa ingiustamente (0-1) dopo aver giocato decisamente meglio dei satanelli e aver costruito almeno quattro buone occasioni da gol compreso il palo colpito da Biondi prima dela zampata decisiva di Ogunseye. Complessivamente, come sottolineato dallo stesso Di Carlo, si è visto un buon Pordenone che ha messo sul rettangolo del Maurizio Siega tutti gli insegnamenti impartiti durante le due settimane di ritiro. Da oggi i neroverdi lavoreranno soprattutto per aumentare la velocità della manovra. Il rammarico più grosso però è quello maturato dai tifosi neroverdi che avevano programmato da tempo la trasferta a Tarvisio per far sentire il loro calore ai ramarri in occasione della prima amichevole con una formazione di pari categoria e che sono stati invece stoppati dalla decisione della Questura di Udine di far giocare la partita a porte chiuse per motivi di ordine pubblico. Ora si stanno organizzando per andare a seguire le prossime due amichevoli in programma sabato a Feltre con la formazione delle Dolomiti Bellunesi e domenica a Torviscosa con la formazione locale, entrambe con inizio alle 18.

Dal Popolo neroverde viene seguita con grande interesse anche la vicenda stadio. Il programmato trasferimento dei neroverdi da Lignano a Fontanafredda dopo lo stanziamento di un milione settecentomila Euro garantito dalla Regione per adeguare l’impianto alla serie C è stato accolto con favore, anche se il desiderio primario è ovviamente quello di poter vedere realizzato un nuovo stadio a Pordenone. Ad esprimere perfettamente il loro sentimento è Mattia Tirelli, promotore dell’utilizzo del Tognon sin dai tempi della promozione in serie B.

“Sono molto contento – ha detto il consigliere comunale - che la politica regionale, di concerto con i comuni interessati, abbia per la seconda volta stanziato i fondi necessari per l’adeguamento del Tognon. Impianto che da anni reputo sede naturale e logica per le partite casalinghe del Pordenone tra i professionisti sempre in un’ottica di coesistenza con il Fontanafredda. La strada è dunque tracciata verso una soluzione che vedrà beneficiati tutti i soggetti coinvolti perché l’obiettivo è riportare i ramarri ad inizio 2023 nel nostro territorio davanti ai propri tifosi. Ammetto – si spinge oltre Tirelli - che il sogno sarebbe festeggiare il ritorno a casa all’ultima partita di quest'anno. Dopodiché – guarda ancora più lontano - dobbiamo già metterci nell’ottica di idee di pensare a un ulteriore adeguamento del Tognon come casa anche delle eventuali e auspicate partite di serie B alla luce del ciclo importante che il Pordenone sta ricostruendo. Come comunità – conclude Tirelli – non possiamo permetterci un nuovo e doloroso esilio della squadra in caso di promozione”.

Intanto, sino a quando i lavori al Teghil non saranno completati, il Pordenone giocherà ancora al Teghil di Lignano a partire dalla gara di Coppa Italia (se assegnata in casa) in programma il 21 agosto sette giorni prima l'inizio del campionato di serie C.

MOVIMENTI DI MERCATO – Dopo la gara con il Foggia Di Carlo si è detto sicuro che con l’impegno negli allenamenti dei prossimi giorni migliorerà il suo Pordenone sarà anche più lucido e concreto in fase di realizzazione. Per essere certo che la squadra migliorerà sul piano della finalizzazione Matteo Lovisa sta portando in neroverde anche Simone Palombi che, salvo imprevisti, arriverà già oggi in prestito dalla Lazio.