Pordenone Calcio: tramonto neroverde

31.01.2024 19:55 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone
Pordenone Calcio: tramonto neroverde

Cala il buio sul Pordenone Calcio. Arrivate le lettere di licenziamento dei 5 "superstiti" della vecchia gestione. Un atto dovuto legato alla procedura di liquidazione della società del presidente Mauro Lovisa dopo la rinuncia al concordato in liquidità. Ma non per questo meno triste. E il campo? Impossibile aspettare un miracolo dell'ultima ora: sparite anche le ultime due squadre del settore giovanile che mantenevano in vita la maglia e il blasone neroverde. Non c'è più un impianto dove far allenare i bambini, nemmeno uno spogliatoio.

RACCOMANDATE - Sono arrivate le raccomandate di congedo dei 5 ex dipendenti, compreso al custode del centro sportivo Bruno De Marchi. E le possibili cordate? Nulla, solo parole e fumo. La politica? Per rilevare il marchio della società, come per accedere a qualsiasi bene del "fu Pordenone", il Comune dovrebbe inevitabilmente pagare. Il tutto con i soldi pubblici. E' un "loop", una vicenda che si avvita su se stessa.

"Per ogni possibile trattativa bisogna rivolgersi al curatore fallimentare Guanluca Vidal" - ha affermato l'avvocato Roberto Casucci che ha seguito l'iter giurisdiziale neroverde -. "Posso solo dire che con me non si è fatto vivo nessuno neppure per cercare un eventuale contatto con lui".

Il debito verso l'Erario è molto elevato, i beni disponibili ed inventariati poco invitanti. Il Comune "rivendica" il De Marchi nei confronti del Tribunale, che potrebbe liberare la struttura entro febbraio. Intanto una prima strada potrebbe essere quella di chiedere provvisoriamente in uso il marchio, in cambio di una cifra (anche piccola) da offrire alla curatela fallimentare. Ma il tempo stringe e nessuno si muove.

Sul fronte del Tribunale, sono intanto scaduti i termini per la presentazione delle insinuazioni allo stato passivo della società. In altre parole, venerdi scorso era l'ultimo giorno utile per chi vanta un credito: circa 140 le istanze arrivate. Nei termini è giunta anche la rivendica del Comune sul De marchi. E' un primo step per capire a quanto ammonti esattamente il "buco" del club neroverde. Il curatore fallimentare Gianluca Vidal entro il 12 febbraio dovrà presentare il piano per i creditori. Il 27 ci sarà l'udienza. Al momento nessuno si è vandidato a rilevare la proprietà (e i debiti) del Pordenone. Un altro passo del triste tramonto neroverde dopo aver sognato la serie A con i playoff persi a Trieste contro il Frosinone nel 2020. Sembra sia passato un secolo...

Povero ramarro!