Pordenone Calcio: tutti i ramarri in entrata

07.10.2020 08:52 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: tutti i ramarri in entrata

C’è palese soddisfazione in casa neroverde per l’andamento della campagna acquisti-cessioni che si è chiusa lunedì sera alle 20. Sono state effettuate operazioni valutate in maniera lusinghiera anche dagli esperti di calciomercato a livello nazionale secondo i quali Lecce e Pordenone sono le società che, alle spalle del super Monza di Berlusconi e Galliani, hanno operato meglio in quest’ultima sessione.

Sicuramente il colpo di maggior effetto della campagna neroverde è stato l’ingaggio di Davide Diaw. Il bomber era stato a lungo corteggiato anche in edizioni precedenti. Evidentemente questa volta gli operatori di mercato neroverdi hanno trovato gli argomenti giusti per convincerlo a passare da Cittadella in riva al Noncello. Davide ha cominciato subito a ripagare la fiducia realizzando un bel gol, costruito tutto da lui, nel match della seconda giornata al Menti di Vicenza (1-1).

Per la prima linea di Tesser sono arrivati anche il torinista Butic (la scorsa stagione al Cesena) e il gigante polacco Musiolik.

Promettenti pure gli ingaggi dei centrocampisti Calò e Mallamo (entrambi provenienti dalla Juve Stabia) e di Scavone (l’ultima stagione a Bari). Sempre per il reparto centrale sono arrivati Rossetti (dal Torino) e Magnino che però era già stato blindato nella finestra di calciomercato dello scorso gennaio e lasciato in prestito alla Feralpisalò. Da segnalare infine il rientro di Zammarini (dal Pisa).

Non sono mancate le novità in difesa con gli arrivi di Falasco dal Perugia, Berra dal Bari e del polacco Chrzanowsky.

L’operazione più impegnativa è stata sicuramente quella che riguardava il sostituto in porta di Michele Di Gregorio tornato per fine prestito all’Inter che l’ha girato al Monza. L’obiettivo numero uno è stato sin dall’inizio della campagna Vicario, ma la trattativa con il Cagliari si è arenata strada facendo. Stesso discorso per Scuffet dell’Udinese. Sono stati fatti poi i nomi di Paleari, Carnesecchi e Micai. Alla fine è arrivato Samuele Perisan (dall’Udinese), uno dei primi nomi fatti da noi, tenuto al caldo per tutta la campagna. Affiancherà Jack Bindi che ha dimostrato di essere sempre presente quando viene chiamato in causa.

Il colpo più grosso della campagna 2020 è stato però senza dubbio l’estensione della collaborazione con mister Tesser sino a giugno 2022.