Pordenone Calcio: Voci di mercato

06.08.2020 08:49 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Voci di mercato

Chi non è impegnato nei playoff e nei playout di categoria è già attivo sul mercato.

La sessione estiva si aprirà ufficialmente martedì 1 settembre quando potranno essere depositati i contratti negli uffici della Lega, ma le trattative sono già in corso. Singolare il fatto che la finestra si chiuderà alle 20 di lunedì 5 ottobre con i campionati di A e B già iniziati.

Secondo quanto comunicato dalla Figc lunedì scorso il torneo della massima serie inizierà il 19 settembre, quello della cadetteria il 26.

Ovvio che per cominciare veramente a darsi da fare al De Marchi si attenda di sapere in quale categoria militeranno i neroverdi nel corso della prossima stagione.

I siti specializzati però cominciano già a riportare alcune voci che riguardano il Pordenone. Seriebnews.com sostiene che nel mirino dei neroverdi ci sarebbe il centrocampista dell’Avellino (serie C) Alessandro Di Paolantonio il cui contratto con la società irpina è in scadenza. Nel corso della presente stagione Di Paolantonio (nato a Teramo nel 1992) ha collezionato 29 presenze e 7 gol.

Tuttob.com riporta invece un supposto duello fra Pordenone e Vicenza per assicurarsi Pietro Buratto (nato a Trieste nel 1998), difensore dell’Under 23 della Juventus.

Se il tutto verrà confermato i due giocatori raggiungerebbero al De Marchi all’inizio della prossima stagione il talento polacco Adam Chrzanowski, difensore centrale del Lechia Gdansk e il centrocampista Luca Magnino della Feralpisalò che hanno già firmato il precontratto.

Per ciò che riguarda le possibili uscite si è parlato negli ultimi giorni di un’offerta invitante della Manzanese (neopromossa in D sotto la guida di Fabio Rossitto passato poi al Chions) per Mirko Stefani (2 sole presenze in questa stagione). Il capitano neroiverde sarebbe però intenzionato a proseguire la collaborazione con il Pordenone seguendo l’esempio di Emanuele Berrettoni.