Basket: il punto del DS Mino Zago sulla Winner Plus

23.11.2021 09:30 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Basket: il punto del DS Mino Zago sulla Winner Plus

Conclusa l’ottava giornata del girone d’andata del campionato di C Silver e in attesa di tornare in campo il 4 dicembre, per la Winner Plus Sistema Basket Pordenone è tempo di fare un primo bilancio su questo primo scorcio di stagione. Per aiutarci a fare il punto della situazione ci siamo affidati al DS Mino Zago. Mino, per gli addetti ai lavori non hai bisogno di presentazioni ma, per cominciare, ti chiederei di farlo tu per i sostenitori della Winner Plus.

"Mi chiamo Guglielmo Zago ma per tutti sono Mino, trevigiano di nascita e attualmente abito a Roncade. Ho giocato per molti anni nella squadra della mia città (Treviso), dalle giovanili fino ad arrivare in serie B. Ho iniziato di seguito la carriera da allenatore: Roncade, Riese, ho fatto anche il femminile per due stagioni con la ex Pagnossin e Conegliano. Terminata l’esperienza da coach, ho iniziato a coltivare quella che è la mia attuale passione, fare di direttore sportivo: ho fatto 8 stagioni a Caorle, coronate da due promozioni, dalla C Siver alla Gold, per arrivare alla B. Dopo una stagione sfortunata alla Littorale Nord ho collaborato per due anni a Jesolo prima di fare ritorno nell’entroterra e fermarmi a Pordenone".

- La scorsa estate è stata particolarmente turbolenta per le note vicende legate alla non ammissione della squadra al campionato di C Gold. Senza tornare sulla vicenda, ti chiederei solo di descriverci come hai vissuto il necessario cambiamento di prospettiva e quali obiettivi ti sei dato per la stagione in Silver.

"Permettetemi due parole su come siamo partiti questa estate, per costruire questa squadra, una formazione degna di una città come Pordenone, la chiamerei la squadra “del Presidente” perché così l’ha voluta fortissimamente fare Davide Gonzo. Personalmente, mi sembrava di essere Penelope nel fare e disfare la tela, prima Gold poi più nulla, nuovamente Gold e infine la C Silver. In pochi giorni e stata costruita una formazione che può fare bene, ma l’obiettivo principale, l’ho detto anche ai giocatori, è quello di far tornare il grande pubblico al Forum e sentire pubblico e atleti come parte della stessa famiglia".

- Alla fine di novembre ritieni di essere in linea con i programmi per il raggiungimento dell’obiettivo?

"Mi ripeto, credo che piano piano stiamo portando gente al Palazzo e questo sicuramente ci ha aiutato anche a fare dei buoni risultati, sei vittorie e una sola sconfitta".

- Vista da fuori, i tifosi vedono finalmente una squadra coesa, la percezione è che dopo due anni tribolati, finalmente, sia stata trovata la quadra, non solo in campo ma anche nella gestione dello spogliatoio. Ciò che si vede di diverso è la presenza di una figura importante che, oltre a scegliere gli uomini da mettere a disposizione dello staff tecnico è capace di far sentire la presenza della società al gruppo squadra. Prenditi i meritati complimenti da estendere, ovviamente, al Presidente che ti ha portato a Pordenone. Veniamo ora alla stretta attualità. Dopo 8 giornate e 7 gare disputate, che idea ti sei fatto su questo campionato?

"Non so cosa sia successo negli anni passati e non l’ho mai voluto sapere, posso confermare che ora c’è una grande coesione tra la dirigenza e tutto lo staff che mi circonda, e questo la squadra lo sente. Venendo all’attuale campionato, credo che 3/4 squadre abbiano le carte in regola per fare il salto di categoria e la classifica attuale lo dimostra".

- Dove collochi la Winner Plus e quali margini di miglioramento intravedi?

"Ho promesso al Presidente i play off e poi…si vedrà, non è mai facile vincere un campionato. La regola è: una partita alla volta!!!!".