Basket: Winner Plus, continua la marcia vincente in campionato

26.03.2022 14:59 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Daniele Franco
Basket: Winner Plus, continua la marcia vincente in campionato

Altra vittoria per la Winner Plus Pordenone che per avere ragione della Assigiffoni ha dovuto sudare le proverbiali sette camice. Il tabellone alla fine indicava il risultato finale di 69-75 frutto di una gara intensa e nervosa.

La Winner ha approcciato molto bene la gara e grazie a un paio di strappi ha portato a casa il primo quarto 11-24. Sembrava l’inizio di una serata tranquilla per i biancorossi di Pordenone, ma così non è stato. Cautero e compagni hanno iniziato ad alzare i ritmi difensivi, ottenendo non solo il rientro in partita ma anche un certo nervosismo tra le fila della squadra ospite, anche perché le difese erano davvero al limite della fallosità. Pordenone ha risposto sfoderando buone qualità tecniche ma le ha troppo spesso associate a soluzioni di gioco individuali. Resta il fatto che Pordenone è andata al riposo lungo sul 29-33, perdendo il quarto di nove punti, gli stessi che è riuscita a metter in cascina nei secondi 10 minuti. Il terzo periodo è iniziato bene, con Pordenone che ha subito ripreso un vantaggio in doppia cifra e con Cresnar, uno tra i più nervosi, che con la massima determinazione ha messo una tripla da "casa sua", cosa che non è mai riuscita con continuità ai suoi compagni tiratori nel corso di tutta la gara. Il terzo quarto si è chiuso con Pordenone avanti di 12 (41-53). Il quarto periodo si è aperto con l'espulsione di Baraschi per aver sommato un tecnico e un fallo antisportivo (una decisione probabilmente eccessiva, considerando che non era certo tra i più nervosi in campo e del fallo antisportivo non se n'è accorto nessuno). Quando la partita sembrava chiusa, i ragazzi di Cividale hanno quindi ripreso coraggio, sono tornati a spingere sull’acceleratore e, trascinati da un indemoniato Balladino, hanno ricominciato a giocare pancia a terra e coltello tra i denti, riuscendo a trovare diverse realizzazioni da fuori (fin lì anche Cividale tirava male dalla lunga distanza) e da azioni di rimessa dopo aver rubato palla. A due minuti e mezzo dalla sirena ai cividalesi è riuscito l’aggancio sul 65 pari ma, sul più bello, Balladino è uscito (inevitabilmente) per 5 falli e Cividale ha un po’ perso la testa dopo aver subito un paio di decisioni arbitrali avverse (a seguito delle quali coach Vecchi è stato espulso), mentre Pordenone ha mantenuto la necessaria lucidità per andare a fare un 7/7 ai liberi, precisione che si è rivelata decisiva per la vittoria finale. Al di là di un po’ di cronaca per dare il senso dell’andamento della gara, bisogna dire che Cividale ha giocato una grande partita, molto aggressiva anche se favorita da un metro arbitrale permissivo nei contatti. La Winner Plus, per contro, ha il grande merito di averla voluta questa vittoria, nonostante ci sia stata una giornata nerissima al tiro da fuori: emblematiche un paio di azioni gemelle in cui un errore di Varuzza da sotto è stato corretto da Monticelli a canestro e un errore dello stesso Monticelli da sotto è stato corretto a canestro da Varuzza. Altro aspetto positivo è stata la tenuta mentale dopo che Cividale ha pareggiato a poco dalla fine e con una inerzia clamorosamente dalla sua parte. Un aspetto negativo, invece, è stato il portare troppo spesso l’attenzione sulle decisioni arbitrali, cosa che ha fatto perdere il filo della partita in più occasioni: questo è un aspetto su cui è necessario migliorare perché sarebbe un vero peccato rovinare tanto lavoro a causa di una incostanza dovuta al calo di concentrazione.

Michelin (migliore in campo per Pordenone) 13 punti, 4 assist e 8 rimbalzi; Baraschi 4, Nobile 5, Cresnar (ottima prova ma macchiata da un eccessivo nervosismo) 14; Colamarino 11, Monticelli 13, Varuzza 13, Altieri 2. (Abramo, Ndreu e Mandic NE.)

Di squadra da segnalare il 5/26 da oltre la linea dei 3 punti; da dentro l’area un discreto 60% con 21/35