Basket: Winner Plus, le statistiche di squadra

29.12.2021 09:38 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Winner Plus Pordenone
Basket: Winner Plus, le statistiche di squadra

Proviamo a dare una lettura del gioco analizzando le statistiche individuali e di squadra dopo le prime 10 gare disputate.

In cabina di regia si alternano Baraschi (311 minuti) e Varuzza (274), due giocatori molto diversi tra loro: il primo più verticale e con grande propensione al tiro, il secondo più di lettura e letale con le sue rapide penetrazioni in area. Al momento Baraschi ha tirato 49 volte da dentro l’area con il 51% di realizzazione e 59 da oltre la linea dei 3 punti con un pregevole 40%, numeri più da guardia che da play, se non fosse che ha messo a segno anche 40 assist: un bell’enigma per le difese avversarie. Il Varu sappiamo essere un regista più classico, tecnico e con delle leve più lunghe con cui, oltre a realizzare 44 assist, ha recuperato ben 20 palloni, il doppio di Baraschi. Ha tirato 40 volte da dentro l’area (60%) e 22 da fuori (18.2%).

Passando al reparto guardie Colamarino (241minuti), Monticelli (193) e Altieri (105), notiamo come il capitano sia il migliore nel trovare la soluzione da dentro l’area (64.7%), ma abbia trovato insolite difficoltà dalla lunga distanza (28.6%), nonostante il 6/11 dell’ultima gara con l’UBC. Monticelli sin qui ha tirato poco da dentro l’area e con una percentuale realizzativa del 51%, mentre si è trovato a suo agio da oltre la linea dei 3 punti dove sfiora il 40% in termini di realizzazione. Quel che emerge di interessante dai numeri della guardia di Udine è che ha recuperato 28 rimbalzi, ha rubato 9 palloni e fatto 21 falli, segno che l’applicazione sul lavoro difensivo richiesto da Starnoni ha trovato riscontro sul parquet. Altieri 45.8% da due e 12.5% da tre, non è riuscito ancora a mettersi in evidenza, anche se i 29 rimbalzi e gli 11 falli fatti, dimostrino come alla guardia, scuola Virtus Siena, non facciano difetto aggressività e impegno.

Chiudiamo la carrellata con gli interni: Mandic (307 minuti), Cresnar (228), Michelin (144), Nobile (132). I due “titolari” sono perfetti per come integrano le caratteristiche: Mandic gioca moltissimo interno area dove ha recuperato sin qui 100 rimbalzi complessivi di cui 43 in attacco, che significano seconde palle giocate. Cresnar è un lungo atipico, perimetrale, ma che difende molto bene la propria area (65 rimbalzi difensivi) e la pericolosità dal perimetro si evince anche dai 17 tiri da fuori (a segno con il 47.1%) e i 32 assist vincenti: altro rebus per le difese avversarie. Nobile e Michelin hanno saputo dare il loro contributo quando chiamati in causa. Il primo ha realizzato 35 punti, con il 60% da dentro l’area, 21 rimbalzi, 5 palloni recuperati, 3 persi e 11 assist; il secondo 58 punti, 50% al tiro, 16 rimbalzi, 5 palloni recuperati, 6 persi e 3 assist.

Chiudiamo con le percentuali al tiro della squadra: sin qui i pordenonesi hanno tirato da dentro l’arco con il 60.3%, da fuori con il 32.7%, mentre dalla linea della carità hanno perforato la retina quasi 74 volte su 100.