Basket: Winner Plus, vittoria larga con minimo sforzo

21.11.2021 08:43 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Basket: Winner Plus, vittoria larga con minimo sforzo

“Che cos'è questa nebbia in Valpadana, è un fenomeno dell'umidità, se rimani intrappolato dentro si incasina la mentalità”.

Cosi cantavano Cochi e Renato oramai qualche decennio fa quando, tra il serio e il faceto, cercavano di spiegare l’influenza del clima umido nella vita degli abitanti della Valpadana. Con l’arrivo della prima nebbia, la Winner Plus ha vinto una gara su un campo difficile sfoderando una prova robusta (nulla di più), giocando una buona partita difensiva e permettendosi molti insoliti errori in fase di impostazione e al tiro: 47-67 (9-16 / 17-28 / 27-48) il punteggio finale con cui Pordenone ha espugnato Cervignano e raggiunto la vetta della classifica, sia pure in coabitazione con la Calligaris Corno che in questa settimana ha osservato il proprio turno di riposo. Persi tra le nebbie, purtroppo per lo spettacolo, i padroni di casa sono parsi disorientati, timorosi e sfiduciati. Sarà stata la pressione per le aspettative o l’incostanza di una squadra giovane, ma Cervignano è evidentemente rimasta intrappolata nella nebbia.

Se era scontato il dominio fisico di Pordenone non lo era altrettanto quello dalla linea dell’arco, dove Cerviganano è naufragata quasi da sola (due soli tiri da 3 realizzati nel corso dell'incontro, entrambi di Cestaro ed entrambi in pieno garbage time) non approfittando della cattiva giornata al tiro dei pordenonesi (meno del 15% dalla linea dei 3 punti e poco più del 50% da dentro l'area). I primi minuti di gioco sono iniziati con una serie di errori da ambo le parti che hanno mantenuto immacolato il punteggio nel tabellone, poi piano piano la Winner Plus ha iniziato a infilare la palla nella retina, soprattutto con Mandic (8 punti nel primo quarto), ha continuato a difendere bene e c’è stato il primo allungo (9-16). Nel secondo quarto Cervignano è sembrata svegliarsi, è andata sul 13-18 e ha avuto due tiri liberi per tornare a meno tre, ma li ha sbagliati entrambi. Qui è finita la gara dei padroni di casa. In un secondo quarto dove la Winner Plus ha segnato con il contagocce (12 punti), il top scorer è stato Matteo Varuzza che grazie alla sua tecnica, pur con qualche disattenzione, è stato il giocatore che meglio è riuscito a emergere in una gara confusa e priva di ritmo. Nel terzo periodo si è destato Baraschi e la Winner Plus ha trovato maggior continuità nell’andare a canestro: 20 i punti realizzati dai pordenonesi, più che sufficienti per mandare in archivio l’incontro. Il quarto periodo è stato puro garbage time, con il pubblico in tribuna che ha cercato forme di intrattenimento alternative a quella di una gara evidentemente segnata, mentre coach Starnoni approfittava della cosa per far fare un po' d'sperienza ai giovani Abramo, Ndreu e Gaiot. Tra le prove individuali va evidenziata quella sotto canestro di Blaz Airone Cresnar che ha conquistato 16 rimbalzi in 24 minuti.

La prossima settimana l’atteso incontro con il Basket Trieste non ci sarà perché il centro giuliano Dion Sheqiri sarà impegnato con la nazionale kosovara in un torneo di pre-qualificazione a EuroBasket 2025. In attesa di conoscere la data del recupero, segniamoci in agenda il prossimo incontro che si terrà a Latisana il 4 dicembre.