Pordenone Calcio, l'ex Ramarro Diaw: "La società Monza è già da alta serie A"

25.02.2021 08:55 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio, l'ex Ramarro Diaw: "La società Monza è già da alta serie A"

“Qui a Monza c’è un’organizzazione da alta serie A”.

Così Davide Diaw, intervistato da Telechiara in vista del match che i brianzoli giocheranno al Brianteo sabato contro il Cittadella, ha testimoniato tutta la sua soddisfazione per il passaggio alla corte di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani.

“Berlusconi e Galliani – ha confermato l’ex neroverde – hanno portato in provincia il modo di lavorare che ha permesso loro di essere vincenti per trenta anni al Milan. Quando ho saputo di avere l’opportunità di venire qui – ha rivelato – non ci ho pensato nemmeno un attimo”.

Diverso lo stato d’animo del giocatore, sempre secondo quanto dichiarato all’emittente veneta, quando ha saputo di dover passare dal Cittadella al Pordenone la scorsa estate.

“Sarò sempre grato alla società granata – ha dichiarato infatti – per quello che ha fatto per me. Spero di aver lasciato un buon ricordo, perché io di Cittadella ho un ricordo straordinario. Mi ha cambiato come giocatore e mi ha fatto crescere come persona. Mi è dispiaciuto andar via”.

Poche invece le parole per il transito di passaggio in neroverde fra il Citta e il Monza, ma siamo in prossimità della sfida fra amaranto e biancorossi. Auspicabilmente Davide ne spenderà di più nei giorni antecedenti il 5 marzo, data in cui il Monza ospiterà invece i ramarri. In fin dei conti nella sua breve esperienza al Pordenone è stato messo dalla sapiente conduzione tattica di Attilio Tesser nelle condizioni di chiudere il girone di andata in vetta alla classifica marcatori con 10 centri al suo attivo. Nel Monza di Balotelli invece ha collezionato per il momento quattro presenze senza riuscire ad andare a segno. Con Tesser giocava da prima punta. Brocchi invece usa il tridente avanzato e Davide è costretto a fare l’attaccante esterno.

“Non sono abituato a giocare con questo modulo – ha spiegato –, ma sto dando il massimo per entrare nei nuovi meccanismi”.

A spronarlo è lo stesso Super Mario che su Instagram ha assicurato:

“Diaw è un buon giocatore”.

Lo stanno rimpiangendo tutti i tfosi naoniani dei quali era già diventato un beniamino. Nessuno al momento fra vecchie e nuove punte sembra aver ancora trovato il modo di rimpiazzarlo nei cuori neroverdi. Resta alta la considerazione per il fante Patrick Ciurria che non è però una prima punta. Lavorano con impegno per riuscirci Karlo Butic, Sebastian Musiolik, Claudio Morra, Aldo Banse e Federico Secli. Ci proverà sicuramente una volta disponible anche Mattia Finotto.